stazione centrale bologna

Lo squarcio alla Stazione Centrale

L’attentato e lo squarcio

I bolognesi hanno nel cuore la pagina nera dell’attentato del 2 agosto 1980. Quel giorno una bomba vigliacca ha ucciso più di ottanta persone nel più terribile attentato stragista della nostra storia, colpendo la città al cuore, alla Stazione Centrale.

Bomba esplosa alle ore 10:25 nella sala d’attesa dell’ala destra della Stazione Centrale, che si affaccia esternamente su Piazza Medaglie d’Oro e internamente sul binario uno.

Tutti conoscono l’effige dell’orologio fisso alle 10:25, ora dell’attentato, posto lateralmente all’ingresso della Stazione. Non sono tutti, però, ad aver notato che, entrando dentro e dirigendosi verso la banchina del binario uno, nel muro è ancora presente uno squarcio, non più rimurato, causato dall’esplosione della bomba.

stazione centrale bologna squarcio

Questo squarcio è la terribile testimonianza di quell’attentato, ancor più dura dell’orologio simbolico: a differenza di quest’ultimo, esso è testimonianza viva, concreta, tangibile di quella bomba. Non è un manufatto o opera realizzati postumi.

E’ la traccia indelebile di quel che successe.

E’ la cicatrice non più rimarginata di una ferita mortale, ancor di più se la si mette in relazione con l’effige laterale con tutti i nomi delle vittime.

Da quello squarcio entra la luce nella sala d’attesa della Stazione Centrale, e ne escono ancora le urla di dolore di chi vi perse la vita e dei familiari delle vittime.

Bologna non dimentica.

Ps: a che punto sono le indagini?

Come ogni capitolo nero della storia italiana, i processi da soli non sempre bastano a far emergere tutti i dettagli.

Le condanne sono arrivate solo per gli esecutori materiali, ossia coloro che hanno piazzato la bomba. Colpevoli gli ex membri dei Nar Valerio Fioravanti e Francesca Mambro.

Nebbia ancora intorno ai mandanti, alle motivazioni profonde di quella strage. Nebbia che forse durerà ancora a lungo.

Vi linkiamo qui il video di Fanpage.it, con un’interessante intervista all’ex agente segreto Francesco Pazienza.

Recent Posts

1 Comment

  1. La Stazione Centrale di Bologna – Gira la Cartolina

    […] tal proposito, avevamo parlato in un precedente post dello squarcio presente sul muro della sala di attesa. Visitate il link se volete saperne di […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
Instagram