battaglia di polesella

La battaglia di Polesella (1271)

Una tappa dei nostri itinerari è via Piella: occasione perfetta per parlare dei canali di Bologna e delle storie ad essi legati. Avete mai sentito parlare della battaglia di Polesella?

Chi l’avrebbe mai immaginato che Bologna potesse combattere e addirittura vincere una battaglia marittima? Insomma, Bologna è una città dell’entroterra, non una città marittima e di navigatori. Che cosa successe?

Innanzitutto, non è vero che Bologna, pur nell’entroterra, non avesse alcun legame con l’elemento dell’acqua. Via del Porto, Via Riva di Reno, quartiere Navile, Via dello Scalo…questi luoghi, questa toponomastica, raccontano qualcosa.

Come sappiamo, Bologna era infatti percorsa, un tempo, da numerosi canali, di cui il Reno è il più famoso. Questi canali, oltre che elemento cardine che sosteneva l’economia cittadina, erano percorsi a bordo di imbarcazioni.

Ricordiamoci che Bologna, infatti, non è poi tanto distante dal fiume Po, e che tutti questi canali erano collegati proprio al maggiore dei fiumi italiani.

Nel corso della seconda metà del XIII secolo si aprì una contesa economica con la regina, all’epoca, delle repubbliche marinare, la gloriosa Venezia. Città di navigatori ed esperti di mare, essa e il comune di Bologna entrarono in contrasto per delle dispute economiche.

Strano a dirsi, le due città si scontrarono in battaglia nelle acque del Po di Primaro, vicino l’attuale comune di Polesella. Sembra strano che Bologna fosse in grado di sconfiggere la Serenissima sul proprio “terreno di specializzazione”, ovvero le acque, ma non dimentichiamoci che Bologna non era nemmeno l’ultima arrivata.

I canali infatti avevano allenato gli uomini bolognesi alle manovre fluviali con imbarcazioni. Alla guida del generale genovese Lanfranco Malucelli, Venezia, guidata da Iacopo Contarini, fu sconfitta.

Momento di gloria per Bologna, che ottenne dazi favorevoli e un rafforzamento del proprio commercio. Mica male!

Recent Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
Instagram